Sono nato a Lovere, in provincia di Bergamo, nel febbraio 1981 ed ora vivo a Pisogne, sull’altra sponda del lago d’Iseo.
Fin da piccolo ho avuto molte passioni, quasi tutte trasmesse da mio padre e per lo più legate al contatto diretto con la natura come: la caccia, la pesca, la mineralogia, la paleontologia, ecc. Tra queste è proprio l’enorme passione per la caccia, per i boschi, per i cani da ferma e per le armi che, inconsciamente, mi ha spinto a creare il primo coltello fisso da portare sempre con me.
Sono passati parecchi anni quando, dopo aver conseguito la Laurea in Ingegneria ed essere entrato nel mondo del lavoro meccanico, un giorno mi è passata tra le mani la lama di un vecchio seghetto.
Mi è subito venuta l’idea: perché non usarla per sostituire quel vecchio coltellino, costruito tanti anni prima, ormai pronto per la pensione?


E’ così che nel 2010 ho intrapreso questo nuovo hobby:
la costruzione di coltelli artigianali.

Nello stesso anno ho partecipato al corso sulla realizzazione di un coltello liner, tenuta dal coltellinaio Andrea Serri, dal quale ho appreso non solo le modalità di costruzione, ma anche i segreti e gli obiettivi da raggiungere per ottenere un chiudibile degno di questo nome.

Un’ulteriore spinta al miglioramento l’ho avuta quando ho deciso di andare a trovare il maestro Sergio Consoli nel suo laboratorio.



E’ proprio qui che, a mio parere, penso di aver visto alcuni tra i più bei coltelli chiudibili del panorama italiano ed internazionale.
Non solo la visione dei coltelli, ma anche i preziosi consigli di Sergio mi hanno consentito di migliorarmi ulteriormente nelle finiture e nella precisione dei meccanismi.
Tutt’oggi, quando ho qualche dubbio, faccio appello alla sua esperienza ed alla sua grande disponibilità.

Sono coadiuvato nelle idee e nel praticare lo Scrimshaw da mia sorella Sara anche lei appassionata di tutti questi hobby all’infuori della caccia…se così non fosse, non sarebbe neanche medico veterinario.

Recentemente, abbiamo partecipato alla manifestazione “LAME SOTTO I PORTICI 2012” a Romano di Lombardia, dove siamo stati premiati per il miglior coltello chiudibile con un “roncolino”, denominato “Full”, in onore del nostro setter inglese, beccacciaio dal tartufo imbattibile, ritratto su una guancetta da uno scrimshaw, appunto. Continua>>